Taglio del diamante

Taglio laser del diamante

In che modo il laser DPSS Nd:YAG facilita il taglio del diamante?

È possibile tagliare i diamanti con il laser?

Sì, i laser possono tagliare i diamanti e questa tecnica è diventata sempre più popolare nell’industria dei diamanti per diverse ragioni.Il taglio laser offre precisione, efficienza e la capacità di eseguire tagli complessi difficili o impossibili da ottenere con i tradizionali metodi di taglio meccanico.

DIAMANTE con colore diverso

Qual è il metodo tradizionale di taglio del diamante?

Pianificazione e marcatura

  • Gli esperti esaminano il diamante grezzo per decidere la forma e la dimensione, marcando la pietra per guidare i tagli che ne massimizzeranno il valore e la bellezza.Questa fase prevede la valutazione delle caratteristiche naturali del diamante per determinare il modo migliore per tagliarlo con il minimo spreco.

Blocco

  • Le sfaccettature iniziali vengono aggiunte al diamante, creando la forma base del popolare taglio brillante rotondo o di altre forme. Il blocco comporta il taglio delle sfaccettature principali del diamante, ponendo le basi per sfaccettature più dettagliate.

Spaccare o segare

  • Il diamante viene tagliato lungo la sua grana naturale con un colpo forte oppure segato con una lama con punta diamantata.La spaccatura viene utilizzata per le pietre più grandi per dividerle in pezzi più piccoli e più maneggevoli, mentre la segatura consente tagli più precisi.

Sfaccettatura

  • Ulteriori sfaccettature vengono accuratamente tagliate e aggiunte al diamante per massimizzarne la brillantezza e la fiamma. Questa fase prevede il taglio e la lucidatura precisi delle sfaccettature del diamante per migliorarne le proprietà ottiche.

Bruiting o cintura

  • Due diamanti vengono posti uno contro l'altro per macinare le loro cinture, modellando il diamante in una forma rotonda. Questo processo conferisce al diamante la sua forma base, tipicamente rotonda, facendo girare un diamante contro un altro in un tornio.

Lucidatura e ispezione

  • Il diamante viene lucidato a specchio e ogni sfaccettatura viene ispezionata per garantire che soddisfi rigorosi standard di qualità.La lucidatura finale esalta la brillantezza del diamante e la pietra viene accuratamente ispezionata per eventuali difetti o difetti prima di essere considerata finita.

Sfida nel taglio e nella segatura dei diamanti

Il diamante, essendo duro, fragile e chimicamente stabile, pone sfide significative ai processi di taglio.I metodi tradizionali, tra cui il taglio chimico e la lucidatura fisica, spesso comportano elevati costi di manodopera e tassi di errore, oltre a problemi quali crepe, scheggiature e usura degli utensili.Data la necessità di una precisione di taglio a livello di micron, questi metodi non sono all’altezza.

La tecnologia di taglio laser emerge come un’alternativa superiore, offrendo un taglio ad alta velocità e di alta qualità di materiali duri e fragili come il diamante.Questa tecnica riduce al minimo l'impatto termico, riducendo il rischio di danni, difetti come crepe e scheggiature e migliora l'efficienza della lavorazione.Vanta velocità più elevate, costi delle apparecchiature inferiori e errori ridotti rispetto ai metodi manuali.Una soluzione laser chiave nel taglio dei diamanti è laLaser DPSS (stato solido pompato a diodi) Nd:YAG (granato di ittrio e alluminio drogato al neodimio), che emette luce verde a 532 nm, migliorando la precisione e la qualità del taglio.

4 Principali vantaggi del taglio laser del diamante

01

Precisione senza pari

Il taglio laser consente tagli estremamente precisi e complessi, consentendo la creazione di disegni complessi con elevata precisione e scarti minimi.

02

Efficienza e velocità

Il processo è più veloce ed efficiente, riduce significativamente i tempi di produzione e aumenta la produttività per i produttori di diamanti.

03

Versatilità nel design

I laser offrono la flessibilità necessaria per produrre un'ampia gamma di forme e disegni, adattandosi a tagli complessi e delicati che i metodi tradizionali non possono ottenere.

04

Sicurezza e qualità migliorate

Con il taglio laser si riduce il rischio di danni ai diamanti e si riducono le possibilità di infortuni per l'operatore, garantendo tagli di alta qualità e condizioni di lavoro più sicure.

DPSS Nd: Applicazione del laser YAG nel taglio del diamante

Un laser DPSS (stato solido pompato a diodi) Nd:YAG (granato di ittrio e alluminio drogato al neodimio) che produce luce verde a frequenza raddoppiata di 532 nm opera attraverso un processo sofisticato che coinvolge diversi componenti chiave e principi fisici.

https://en.wikipedia.org/wiki/File:Powerlite_NdYAG.jpg
  • Laser Nd:YAG con coperchio aperto che mostra luce verde a 532 nm con frequenza raddoppiata

Principio di funzionamento del laser DPSS

 

1. Pompaggio a diodi:

Il processo inizia con un diodo laser che emette luce infrarossa.Questa luce viene utilizzata per "pompare" il cristallo Nd:YAG, il che significa che eccita gli ioni di neodimio incorporati nel reticolo cristallino del granato di ittrio e alluminio.Il diodo laser è sintonizzato su una lunghezza d'onda che corrisponde allo spettro di assorbimento degli ioni Nd, garantendo un efficiente trasferimento di energia.

2. Cristallo Nd:YAG:

Il cristallo Nd:YAG è il mezzo di guadagno attivo.Quando gli ioni neodimio vengono eccitati dalla luce pompata, assorbono energia e si spostano verso uno stato energetico più elevato.Dopo un breve periodo, questi ioni ritornano ad uno stato energetico inferiore, rilasciando l’energia immagazzinata sotto forma di fotoni.Questo processo è chiamato emissione spontanea.

3. Inversione di popolazione ed emissione stimolata:

Affinché si verifichi l'azione del laser, è necessario ottenere un'inversione di popolazione, in cui più ioni sono nello stato eccitato che nello stato di energia inferiore.Quando i fotoni rimbalzano avanti e indietro tra gli specchi della cavità laser, stimolano gli ioni Nd eccitati a rilasciare più fotoni della stessa fase, direzione e lunghezza d'onda.Questo processo è noto come emissione stimolata e amplifica l'intensità della luce all'interno del cristallo.

4. Cavità laser:

La cavità del laser è tipicamente costituita da due specchi su ciascuna estremità del cristallo Nd:YAG.Uno specchio è altamente riflettente e l'altro è parzialmente riflettente, consentendo a parte della luce di fuoriuscire come uscita del laser.La cavità entra in risonanza con la luce, amplificandola attraverso ripetuti giri di emissione stimolata.

5. Raddoppio della frequenza (seconda generazione armonica):

Per convertire la luce a frequenza fondamentale (solitamente 1064 nm emessa da Nd:YAG) in luce verde (532 nm), un cristallo che raddoppia la frequenza (come KTP - Potassium Titanyl Phosphate) viene posizionato nel percorso del laser.Questo cristallo ha una proprietà ottica non lineare che gli consente di prendere due fotoni della luce infrarossa originale e combinarli in un unico fotone con il doppio dell'energia e quindi metà della lunghezza d'onda della luce iniziale.Questo processo è noto come generazione della seconda armonica (SHG).

6. Uscita della luce verde:

Il risultato di questo raddoppio della frequenza è l'emissione di luce verde brillante a 532 nm.Questa luce verde può quindi essere utilizzata per una varietà di applicazioni, tra cui puntatori laser, spettacoli laser, eccitazione della fluorescenza in microscopia e procedure mediche.

L'intero processo è altamente efficiente e consente la produzione di luce verde coerente e ad alta potenza in un formato compatto e affidabile.La chiave del successo del laser DPSS è la combinazione di mezzi di guadagno a stato solido (cristallo Nd:YAG), efficiente pompaggio di diodi ed efficace raddoppio della frequenza per ottenere la lunghezza d'onda della luce desiderata.

Servizio OEM disponibile

Servizio di personalizzazione disponibile per supportare tutti i tipi di esigenze

Custodie per pulizia laser, rivestimento laser, taglio laser e taglio pietre preziose.

Hai bisogno di una consulenza gratuita?

prodotti correlati